Google Drive e DropBox uguali ma diversi

google drive e dropboxIn questo articolo vi parlerò di due famosi servizi Cloud, Google Drive e DropBox che all’apparenza sembrano uguali, ma se andiamo ad analizzare le loro caratteristiche sono molto diversi. Quindi sovente capita di parlare di Google Drive o servizi di Cloud Storage e il paragone non può che coinvolgere Dropbox, un servizio di grande successo, molto conosciuto  e apprezzato dagli utenti di tutto il mondo. Dal punto di vista delle funzioni di base, Google Drive e Dropbox si assomigliano molto: entrambi offrono un accesso completo via Web, un client locale di sincronizzazione e applicazioni mobile per accedere ai contenuti tramite smartphone e tablet. Dropbox guadagna qualche punto in più per quanto riguarda la copertura dei sistemi operativi, perché offre un client ufficiale per Linux e App per Windows Phone e BlackBerry.Google Drive e DropboxGoogle Drive risponde con un’integrazione perfetta in Android, e con una eccellente suite di App mobile per iOs e Android, che permettono di aprire e modificare anche i file di Office. e proprio l’integrazione con Docs, sia in mobilità sia sul Web, è probabilmente la differenza fondamentale tra i due servizi: l’ecosistema di google permette di sfruttare Drive come parte di flussi di lavoro più complessi. Dropbox, per contro, può far valere la sua maggiore maturità e diffusione nell’integrazione con servizi e App di terze parti: moltissime App per dispositivi mobile e servizi Web indipendenti possono sfruttare Dropbox come archivio in cui memorizzare o esportare dati, documenti, informazioni e perfino impostazioni, magari anche per sincronizzare configurazioni e archivi tra più dispositivi. Da questo punto di vista, Drive è ancora molto indietro, anche se sta recuperando terreno rapidamente, grazie anche all’integrazione con molti servizi Web di terze parti per gestire i vari formati di file memorizzati nel cloud.
A favore di Drive si risolve il confronto tra le interfacce Web: Dropbox offre un’impostazione minimale, sicuramente intuitiva ma piuttosto povera di funzioni, nonostante l’introduzione dell’anteprima per alcuni formati di file molto diffusi. La nuova impostazione di Drive, invece, è efficace e ripropone molte modalità operative tipiche dei desktop (selezione, trascinamento, doppio clic, menu contestuali), che gli utenti conoscono bene e sanno già usare. Ci sono ancora alcuni piccoli difetti, legati in particolare all’impossibilità di effettuare alcune azioni su file multipli o intere cartelle, ma google sta lavorando alacremente sul progetto, che migliora mese dopo mese. Il motore di ricerca integrato in Drive è un punto a favore non da poco, specialmente per chi memorizza molti file di tipo ricercabile, come documenti di Office o Pdf.

Un difetto di Drive, per chi ama questa funzione, è l’assenza di un sistema di upload automatico delle fotografie dai dispositivi mobile; Dropbox lo propone da tempo, e anzi offre un bonus di spazio a chi lo attiva. Il client locale di Dropbox rappresenta il punto di riferimento nel settore: è efficace, stabile, leggero e affidabile. Dopo un inizio un po’ zoppicante, anche il tool di sincronizzazione di google Drive è migliorato molto, ma la sua interfaccia è ancora un po’ spartana e mancano alcune funzioni utili.

Il vantaggio di Google Drive è che offre gratuitamente ben 15 Gb di spazio, mentre DropBox si limita ad offrire 2 GB di spazio .

Dal punto di vista commerciale, infine, i due servizi sono confrontabili per quanto riguarda i prezzi, ma Dropbox propone una sola offerta a pagamento (con una capienza di 1 tbyte); Drive, al contrario, offre abbonamenti con tagli che vanno da 100 gbyte a 30 tbyte.

Se volete scoprile le loro principali funzioni non vi resta che visitare i loro siti ufficiali :
Google Drive e DropBox

Se avete trovato utile questo articolo, vi saremo grati se lasciaste un vostro COMMENTO, la vostra opinione per noi è importante…

Ricordo a chi vuole approfondire le proprie conoscenze su Excel e Word vi consiglio i miei due nuovi ebook gratuiti : Manuale Excel 2010 e Manuale Word 2010 , se vi Iscrivete alla Newsletter li avrete in omaggio.

#MagodelPc
Esperto Mac

Bruno Pramaggiore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: