Installare Windows su Mac come fare ?

Windows su macMolti degli utenti Mac , si sono posti la domanda su come fare ad installare Windows su Mac , la domanda sorge spontanea visto che molte volte i possessori di un Mac hanno l’esigenza di utilizzare un software che gira solo su Windows .
Vi informo che un PC non può far girare OS X, ma un Mac può diventare un PC! In molti non sanno che è possibile installare Windows sul proprio Mac, questo è possibile dal momento in cui i Mac hanno adottato le CPU Intel …
Ho pensato di ideare questa guida per dare la possibilità agli utenti mac di poter installare Windows su Mac …prima di andarvi a spiegare nei dettagli come fare l’installazione di windows su mac, voglio spiegarvi alcune cose molto importanti..

Per prima cosa dovete porvi la seguente domanda: siete davvero sicuri che OS X non ha tutto ciò che vi serve? Vi potrà sembrare strano , ma capita a molti utenti che dopo aver acquistato un Mac, sente la mancanza di Windows per qualcosa di cui OS X può disporre. Ma questo magari non si sa. Ad esempio il caso della suite Office, rimpiazzabile con Office per Mac, la suite iWork o, perché no, le alternative gratuite, come OpenOffice. È il caso degli editor di immagini, video, musica, dei giochi, di una marea di contenuti insomma. Per farla breve, assicuratevi con qualche accurata ricerca che le vostre esigenze non vengano già pienamente soddisfatte dal solo OS X (per un supporto può essere utile il nostro focus sulla scelta tra mac o pc).

IMPORTANTE : PER VIDEO GIOCATORI SICURAMENTE IL MAC NON È IL PC IDEALE PER GIOCARE E SE LO COMPRANO DOPO UN PÒ SI STUFANO….

Installare Windows su Mac, ovviamente, non compromette in alcun modo di poter usufruire di OS X in qualunque momento. In pochi passaggi, si possono eseguire le applicazioni di un sistema o dell’altro, permettendo di avere il doppio dei vantaggi.
Il requisito essenziale, oltre al proprio Mac aggiornato a Mountain Lion o Mavericks (non è essenziale, ma la seguente guida si basa sul fatto che abbiate un sistema aggiornato) consiste nel possedere una propria copia del sistema operativo Windows assieme ad una licenza valida.
Dopo questa lunga premessa, spero che non vi siete stufati, ora entriamo nel vivo della guida su come installare windows su Mac …..INSTALLARE WINDOWS TRAMITE BOOT CAMP 
Boot Camp è una una facile procedura guidata che permette, in pochi passi, di affiancare una copia di Windows Vista, 7 e 8, al proprio sistema OS X. Si divide in due l’hard disk, si sceglie quanto spazio assegnare a Windows e… basta. Il sistema provvederà a mettere le basi per l’installazione e, dopo un riavvio, avremo i benefici di entrambi i sistemi operativi all’interno della stessa macchina.

Installare Windows su mac senza DVD 
Questa operazione riguarda tutti i possessori di Macbook Air, MacBook Pro Retina e iMac mid 2012 e mid 2013 … per prima cosa bisognerà installare Windows 7 su una Pen Drive, ci occorrerà una Pen Drive che abbia una capienza almeno di 8 Gb, meglio se da 16 Gb .
L’alternativa è quella di scaricare questo file in formato .iso direttamente già pronto.
Tutto legale, ovviamente: anche se il file non l’avete creato voi, durante l’installazione di Windows vi verrà sempre richiesto il codice della licenza, che dimostrerà il possesso della vostra copia del sistema operativo.
Inseriamo la penna USB nel nostro Mac e lanciamo Assistente Bootcamp. Lo troviamo tramite Spotlight oppure navigando in Applicazioni > Utility. Mettiamo la spunta a tutte e tre le opzioni che ci ritroveremo davanti. In questo modo il sistema capirà di dover lavorare con una penna USB, di dover scaricare alcuni files di supporto  e che dovrà preparare il disco per l’installazione del nuovo sistema.
Assistente BootCampUna volta che il sistema avrà preparato tutto, ci chiederà come vogliamo gestire il disco. Ovviamente dovremo selezionare “Crea una seconda partizione per Windows”, in modo che il nuovo sistema vada ad affiancarsi a quello attuale senza sovrascriverlo. Dopodiché potremo decidere come distribuire lo spazio tra i due sistemi.
Assistente BootCamp1Una volta che il sistema avrà finito di fare il suo lavoro, il Mac si riavvierà e dovrebbe partire l’installazione di Windows al suo posto. Qui inseriremo il codice della licenza e, dopo qualche minuto di attesa, potremo finalmente usufruire di Windows. Quando il sistema sarà pronto all’uso, però, dovremo provvedere allo step finale: entrare nella penna USB da Windows e far partire il file di installazione all’interno della cartella “Windows Support”, contenente i files di supporto che il sistema ha scaricato prima. Senza di essi, Windows avrà qualche difficoltà nel dialogare con l’hardware del Mac. Ora è tutto a posto, potete godervi il vostro sistema Windows, sapendo che potrete sempre decidere quale sistema far partire all’avvio: basterà tenere premuto il tasto ALT appena dopo il suono di accensione. 

Installare Windows su mac con lettore DVD
Per chi dispone di un Mac con lettore DVD integrato dovrà semplicemente inserire il disco di Windows all’interno del proprio lettore e lanciare l’assistente guidato Bootcamp. Rispetto all’installazione senza DVD, non sarà necessario dover creare un file .iso (anzi, Bootcamp qui non permetterà di installare Windows se non da DVD). Tuttavia, una penna USB risulterà ugualmente necessaria per installare i files di supporto. Va bene anche una piccolina, stavolta.
I passaggi da seguire identici a quelli della procedura senza DVD. Una volta arrivati al primo avvio di Windows, inseriamo la penna USB con i files di supporto, avviamo il setup e in poco tempo avremo Windows installato su Mac.

PROBLEMI CHE SI POSSO PRESENTARE …  
Un problema che  in alcuni casi si presenta è che il Mac inizi ad avviarsi con Windows invece che con OS X, oppure che si confonde e non avvii proprio un bel niente. In questo ultimo caso, non agitatevi: basta tenere premuto il tasto ALT appena dopo il suono di avvio del Mac per poter scegliere il sistema da avviare manualmente.
Nel caso invece in cui il Mac avvii Windows invece di OS X mentre noi continuiamo a preferire che OS X si avvii di default come al solito, basterà recarsi in Preferenze di Sistema > Disco di avvio. Come vedete dall’immagine seguente potete selezionare il disco di avvio che preferite.
Boot Camp3Come rimuovuore la Partizione di Windows su Mac 
Vi siete stufati di usare Windows con il vostro Mac ? Vi siete accorti che OS X svolge già tutte le vostre mansioni quotidiane, ma avete inizialmente tenuto Windows pronto per ogni evenienza. A questo punto potreste pensare di rimuoverlo dopo un certo periodo di tempo: come fare?
La procedura è davvero semplicissima: basterà avviare Utility Disco da OS X. Guardiamo la tendina a destra e selezioniamo il nostro hard disk (dovrebbe essere il primo nell’elenco, seguito dalle partizioni). Poi rechiamoci nel menu “Partiziona”. Qui noterete come l’hard disk sia diviso in due. Selezioniamo il riquadro chiamato Boot Camp  e premiamo sul tasto a forma di “” appena sotto. Confermate il tutto e poi trascinate la partizione di OS X in modo da “coprire” lo spazio vuoto lasciato dalla partizione eliminata.
Eliminare Partizione Windows da Mac

 

INSTALLARE WINDOWS SU MAC TRAMITE UNA MACCHINA VIRTUALE

Parallels DesktopBootcamp non è l’unica soluzione che permette di installare windows su Mac , vi è anche la possibilità di utilizzare dei Software che creano una macchina virtuale su Mac, il principali sono Parallels Desktop , WMware Fusion , VirtualBox .

Cos’è una macchina virtuale? Si tratta di una sorta di “computer nel computer”: attraverso l’utilizzo di appositi software, possiamo creare un ambiente che sfrutta parte delle risorse hardware per dare vita ad un sistema che vive all’interno di un altro sistema già avviato.

I vantaggi: la macchina virtuale accetta qualunque sistema operativo gli diamo in pasto. Possiamo installare Windows a qualunque versione, così come OS X o qualunque distribuzione Linux. In più, vive all’interno di un sistema già avviato, il che permette di poter usufruire di programmi di entrambi i sistemi operativi nello stesso momento, senza dover riavviare per passare all’altro sistema. Ultimo vantaggio ma non meno importante, la facilità di installazione (usando i giusti programmi) e di gestione: il sistema operativo non richiede partizioni del disco, ma risiede in una manciata di grandi files che possiamo eliminare in un clic nel caso non ci serva più quel sistema.

Gli svantaggi: lo svantaggio maggiore è sicuramente dato dalle minori performance del sistema, sia quello all’interno della macchina virtuale, sia quello alla base di tutto. Questo perché la macchina virtuale deve disporre di ingenti risorse di sistema per funzionare. Non vi aspettavate che gestire due sistemi operativi contemporaneamente fosse cosa da poco, no? Insomma, evitate questa strada se disponete di un Mac con poca RAM (4 GB sono lo stretto indispensabile) o comunque con un hardware non molto prestante.Va anche sottolineato il fatto che la macchina virtuale non è un computer vero e proprio, ma una sorta di emulazione di un computer. Questo può portare a qualche incompatibilità nelle applicazioni che fanno uso massiccio di risorse hardware. A meno che abbiate un super mac vi ricordo che anche i giochi non si riesco ad utilizzare con la macchina virtuale, specialmente quelli che richiedono più risorse…

Se hai trovato interessante e utile questo articolo, lascia un commento .

Iscriviti alla NewsLetter e riceverai un ebook in OMAGGIO Manuale Excel 2010 Avanzato .

Esperto Mac
#MagodelPc

Bruno Pramaggiore

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

27 commenti su “Installare Windows su Mac come fare ?”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: